DSC_6268

#questaterraèditutti #questociboèpertutti

Progetto didattico per la realizzazione di un video per il concorso “New Design 2015″, selezionato per la fase finale (http://www.new-design.it/progetti2015.php), sul tema “New italian food”.
Il video è stato realizzato come progetto didattico nella classe 5 G (2014-15) indirizzo Audiovisivo e Multimediale.
Il tema trattato è la particolare realtà produttiva della “Tenuta Vannulo” di Paestum che coniuga la produzione di un prodotto tipico di qualità, la mozzarella di bufala, un ciclo produttivo rispettoso dell’ambiente e degli animali, la particolare accoglienza dei clienti.
Il progetto è stato realizzato con la direzione del prof. VIttorio Morrone. Il titolo #questaterraèditutti, #questociboèpertutti vuole far passare il messaggio che la produzione e l’economia possono essere veramente sostenibili solo se hanno come obiettivo, non solo il profitto, ma anche il benessere di tutti.

Sviluppo del tema

“È possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile?”
Il nostro progetto prevede la realizzazione di un video che parla di tre aspetti che ci appartengono:

  • un territorio ad alto valore culturale
  • un prodotto alimentare di qualità
  • un modello di produzione sostenibile

Questi tre elementi combinati tra loro costituiscono i tasselli di una delle tante possibilità di un costruire un nuovo futuro. Il tutto è tenuto insieme da una capacità sottovalutata, la capacità di riconoscere la qualità delle cose e la capacità di riconoscere la bellezza:

  • la qualità e la bellezza dell’ambiente
  • la qualità e la bellezza del cibo
  • la qualità e la bellezza delle persone

Ovviamente perché accada qualcosa di nuovo, tutti devono essere capaci di riconoscere qualità e bellezza, tutti devono essere capaci di produrre qualità e bellezza, tutti devono poter usufruire della qualità e della bellezza. Una società, globale, dove tonnellate di cibo vengono sprecate e nello stesso tempo ancora milioni di persone sono denutrite e muoiono di fame, non è una società sostenibile.
Seguendo questo ragionamento abbiamo individuato i nostri tre elementi:

  • Paestum e i suoi templi
  • La mozzarella di bufala
  • La Tenuta Vannulo

Tutto, probabilmente comincia dal mare, dal quale arrivarono i Greci. Paestum è sicuramente uno dei siti archeologi più conosciuti al mondo, tre grandi templi, la città, le tombe, tra cui la famosissima “tomba del tuffatore”.
Il territorio, la piana di Pestum, è ricco ed ha una tradizione agricola importante. Tra gli alimenti di questo territorio più conosciuti e apprezzati, la mozzarella di bufala.
In questo territorio si trova la Tenuta Vannulo che, come tanti altri caseifici, produce mozzarella di bufala.
Ma la Tenuta Vannulo è un’azienda particolare, tutta la filiera avviene al suo interno, dalla produzione del foraggio per le bufale, alla vendita del prodotto solo nel negozio della tenuta.
Un’azienda antica, tre generazioni, ma nello stesso tempo all’avanguardia:

  • Produzione, biologica, dei foraggi nella Tenuta
  • 600 bufale, stalle con tappeti per il riposo, spazzole rotanti per massaggio, sistema di diffusione della musica, tecnologie per la mungitura volontaria, cioè quando le bufale lo desiderano, cure mediche con metodo omeopatico.
  • produzione di mozzarella, bocconcini e altri prodotti in quantità controllata, in base al latte prodotto nella tenuta, per la vendita esclusiva nel negozio della tenuta.
  • bar yogurteria, yogurt e gelati prodotti con latte di bufala.

Una produzione sostenibile, che ha come obiettivo il mantenimento della qualità, il rispetto per l’ambiente e per gli animali, la valorizzazione del lavoro dei dipendenti, un consumo consapevole, senza sprechi, passione per la ricerca e l’innovazione.
Ma la mission della Tenuta Vannulo è più ampia comprende la cura delle relazioni con la clientela, per questo hanno creato “un museo della civiltà contadina”, “un laboratorio per la lavorazione della pelle”, tutto questo con lo scopo di creare un ambiente accogliente, funzionale ma bello da vedere. Non si viene solo per comprare la mozzarella, ma per fare una visita alle stalle, al museo, per trattenersi nel giardino, gustare yogurt di bufala, sentire odori e sapori particolari, ammirare la bellezza del paesaggio.
Nel nostro video vogliamo raccontare questi tre elementi: il territorio di Capaccio-Paestum, la mozzarella di bufala, la Tenuta Vannulo.

Fase ideativa

  • Brainstorming sulla tradizione alimentare territoriale.
  • Individuazione di un prodotto tipico: la mozzarella di bufala
  • Individuazione dell’area di Capaccio-Paestum a forte interesse culturale.
  • Individuazione di un’azienda con caratteristiche di produzione sostenibile: la Tenuta Vannulo
  • Primo contatto con i titolari della tenuta per richiesta disponibilità
  • Prodotto da realizzare: documentario video (durata 5’/10’)
  • La storia che vogliamo raccontare: definizione dell’idea, della motivazione e dello scopo
  • Sviluppo dell’idea: Sinossi, storyboard

Fase produttiva

  • Sviluppo della sceneggiatura
  • Individuazione dei materiali video necessari e definizione di tutte le riprese da effettuare
  • Individuazione dei personaggi da intervistare
  • Pianificazione delle riprese, divisione dei compiti, organizzazione della troupe, elenco attrezzature, accessori e mezzi di trasporto
  • Contatti con i titolari della tenuta per organizzazione visita per le riprese
  • Realizzazione delle riprese, con relative interviste
  • Verifica e selezione del materiale girato
  • Revisione definitiva della sceneggiatura
  • Scrittura di eventuali testi per la registrazione audio
  • Selezione brani per la colonna sonora
  • Montaggio video
  • Verifica e produzione video finale

Le tavole del progetto

Tavola-1

Tavola-2

 

Tavola-3

 

La giornata delle riprese alla Tenuta Vannulo

Produzione: Liceo Artistico Sabatini-Menna Salerno – 2015
Progetto e regia: Vittorio Morrone
Allievi: Eviana Alvino, Marica Carillo, Miriana Crisci, Enrico D’amore, Maria Vincenza Farro, Roberta Forlenza, Sabrina Giovannone, Emanuele Guariglia, Simona Guerra, Grazia Landi, Ilaria Laudato, Miriam Mancuso, Paolo Morretta, Francesco Senatore, Carmine Siglioccolo, Mirko Torre, Anna Vallone

Posted in Audiovisivo e Multimediale, News and tagged , , .